Sei già registrato? Accedi oppure Registrati

Occhio alla spesa…

risparmio 3

Occhio alla spesa…

LEGGERE LE ETICHETTE (PER SELEZIONARE I PRODOTTI)
Questa è la regola fondamentale per garantirsi la qualità del prodotto e capire se conviene o meno acquistarlo. Si scoprono moltissime cose insospettabili e si evitano fregature.
Sfruttare la regola secondo cui gli ingredienti sono scritti in ordine decrescente in base alle quantità presenti nel prodotto
In linea di massima poi, più e corta la lista degli ingredienti, meglio è. Inoltre controllare sempre la provenienza (ad esempio nelle carni o nei prodotti alimentari), così come le certificazioni (se devo comprare un prodotto bio in teoria deve esserci un bollino che indica la certificazione nazionale).
NO AI CIBI PRONTI
Per quanto a volte possano sembrare “economici”, i cibi già pronti costano sempre di più rispetto allo stesso prodotto fatto in casa.

Invece di comprare costosi preparati e piatti pronti, è meglio acquistare le materie prime come farina, uova, latte e poi preparare i cibi a casa.

Facendo il pane, le torte, la pizza, la marmellata, la pasta fresca, il sugo a casa ci si sorprenderà di quanto si riesce a risparmiare, e ovviamente ne guadagnerà anche la qualità del cibo.
I cibi già pronti hanno molti conservanti e additivi necessari per prolungare la sua conservazione, che a lungo termine possono fare male alla salute.

Certo è che non tutti sono cuochi e hanno molto tempo a disposizione, in tal caso magari basta almeno evitare l’insalata in busta lavata, la frutta già tagliata o la pasta pronta.


SPESA A KM 0…

E’ sempre bene preferire verdura e frutta di stagione, ed è sempre bene verificarne anche la provenienza. Ne guadagnerà la salute e, non comprando le fragole a dicembre, anche il portafoglio.

Cercare, se possibile, di acquistarle presso un mercato di zona: i prodotti venduti in queste sedi sono sicuramente più freschi e più economici rispetto a quelli presenti nei supermercati.

Inoltre quando possibile, recarsi ai mercati rionali alle ore 13 quando la frutta e la verdura viene venduta con uno sconto davvero enorme.

Ancora migliori sono i banchetti dei coltivatori diretti, ove i prezzi si riducono ulteriormente, poiché vengono eliminati i costi causati dai troppi intermediari che si frappongono tra il produttore e il consumatore finale.

Un accorgimento importante è comprare sempre prodotti stagionali provenienti dall’Italia: in questo modo si finanzierà l’economia nazionale e si spenderà certamente di meno.

… a domani….