Sei già registrato? Accedi oppure Registrati

Occhio alla spesa…

risparmio 4

Occhio alla spesa…

Questa settimana i post del Grillo del Focolare saranno dedicati al “risparmio”, proponendo alcuni consigli su come ottimizzare la spesa alimentare…

FARE UNA LISTA

Fare una lista di quello che occorre veramente, quelle che sono le reali necessità, e resistere alla tentazione di mettere altre cose nel carrello. Una spesa più analizzata e ordinata permetterà di risparmiare molti soldi, non bisogna lasciarsi attirare dalle offerte dei centri commerciali, spesso si tratta solamente di tranelli creati per illudere il cliente al risparmio.

Prima di uscire verificare bene ciò di cui si ha bisogno. Fare la spesa seguendo la lista permetterà di risparmiare: vagare tra gli scaffali alla ricerca di qualcosa di indefinito rende molto più semplice farsi attirare da offerte ingannevoli che, come risultato finale, portano ad una spesa superflua se non addirittura inutile

Tenere un quaderno del bilancio familiare: in questo modo si potrà capire dove sono andati a finire i soldi e a capire come e dove spendere meno?

Pianificare i menu giornalieri per tutta la famiglia. Stabilire i menu di ogni giorno significa poter organizzare anche gli eventuali avanzi o sfruttare preparazioni anticipate per passare il minor tempo possibile davanti ai fornelli. E soprattutto permette di non sprecare nulla, avere sempre pasti più o meno equilibrati e sani e risparmiare.

Cercare sempre di consumare prima il cibo che già è in casa evitando di dimenticarlo nella dispensa o nel congelatore ci sono senz’altro molti pasti di cui non si sospetta l’esistenza.
Prima della fine della settimana si suggerisce di prendere l’abitudine di dedicare una giorno alla “svuotafrigo”, ossia consumare quello che è rimasto di aperto e avanzato in frigo dalla settimana, ed evitare così di buttare via il cibo che altrimenti andrebbe a male

Ricordarsi a tal proposito di controllare regolarmente le date di scadenza dei prodotti deperibili nella vostra dispensa e nel frigo, e ordinateli come fanno i supermercati in base alla data di scadenza, consumando sempre prima i prodotti in scadenza.
Qualora ci si accorga che un prodotto è scaduto da qualche giorno, prima di gettarlo via conviene assaggiarne una quantità minima: molto spesso sarà ancora buono, poichè le date di scadenza non sono sempre dei termini inderogabili, ma possono essere considerati con una certa flessibilità, specie quando sulla confezione è indicata la frase “da consumarsi preferibilmente entro il” e non “da consumarsi entro e non oltre il”.

Sempre a proposito di alimentazione: alternare le proteine animali con quelle vegetali . Ciò non significa diventare vegetariani, ma semplicemente utilizzare proteine meno costose..
abitudine che, alla fine del mese, si può tradurre in un risparmio del 20% su questa voce di spesa.