Sei già registrato? Accedi oppure Registrati

POESIE SULL’INVERNO….

inverno 3

POESIE SULL’INVERNO….

Ali di neve (A. Russo)

Il vento vola con ali di neve e sparge sui campi un velo di candore.


La neve cade (Boris Pasternak)

La neve cade, la neve cade. Alle bianche stelline in tempesta si protendono i fiori di geranio dallo stipite della finestra.
La neve cade, la neve cade, come se non cadessero i fiocchi, ma in un mantello rattoppato scendesse in terra la volta celeste.
La neve cade, la neve cade, la neve cade e ogni cosa è in subbuglio: il pedone imbiancato, le piante sorprese, la svolta del crocicchio.


Nevicata (Pasquale Ruocco)

Le casette stupefatte sono bianche come il latte.
Lungo i tetti, sopra i rami,
che merletti, che ricami!
Tutto è bianco monte e valle…
E’ un diluvio di farfalle.
Che stupore per gli uccelli!
che cappucci sugli ombrelli!


La neve (E. Evtuscenko)

La neve venne, venne verso sera. Essa scese giù dall’alto dei cieli sui tetti e stupì tutti con la sua bianchezza.
Era davvero tanta, ed era davvero bella …
Cadeva e cadeva e sotto i piedi non si scioglieva, anzi diventava più compatta.
Giacque in terra, ma volava a seconda del vento e nel vento oscillava.
Giaceva fresca e scintillante e ognuno ne era abbagliato.
Giaceva alta e pura nella sua soffice semplicità.