Sei già registrato? Accedi oppure Registrati

Il Personal Shopper

personal_shopper

Il Personal Shopper

Un personal shopper – o Shop Assistant – è un consulente per gli acquisti, una persona che dietro
pagamento aiuta altre persone a scegliere e a comprare oggetti di qualsiasi tipo: capi di  abbigliamento, regali, oggetti di arredamento…

Il personal shopper può accompagnare i clienti per negozi oppure acquistare gli oggetti per conto loro.
Questa professione esiste già da alcuni anni ed è legata al mondo del lusso: una guida che accompagna i clienti in giro per i negozi e conosce come le proprie tasche la città e i suoi esercizi commerciali, dai più esclusivi e glamour a quelli più piccoli e caratteristici. Questo lavoro non riguarda, quindi, il settore dell’abbigliamento in maniera esclusiva, ma anche l’oggettistica per la casa, l’arredamento, l’antiquariato, i gioielli. La personal shopper infatti sa esattamente dove acquistare ai prezzi migliori, capta tutte le nuove tendenze in fatto di moda, legge riviste specializzate, studia le collezioni degli stilisti, è attenta ai dettagli e naturalmente adora far shopping.

Diversa è la figura del Personal Stylist, legata esclusivamente alla moda e all’aspetto estetico: si tratta di una sorta di “consulente di immagine”, un esperto che costruisce il look di una persona – spesso personaggi del mondo dello spettacolo – e cura il suo aspetto nei dettagli – dagli abiti ai capelli, fino al trucco e agli accessori.

Un personal shopper è sicuramente un professionista del look, esistono corsi di specializzazione per intraprendere questa professione, anche se per diventare personal shopper non è comunque necessario frequentare un corso, ma è anche psicologo quanto basta per capire e conoscere davvero il proprio cliente che spesso si affida a lui per rivedere il proprio look, la propria immagine e non se la sente di affrontare questa sfida da solo, per questo gli viene suggerito di seguire un corso di formazione specifico per riuscire a rapportarsi con il cliente.

Quello che serve è essere educati e pazienti per accontentare i clienti e conoscere molto bene i negozi della città in cui si lavora. Un personal shopper deve essere curioso e attento nello studiare l’evolversi della mappa del retail cittadino, capace di muoversi con autonomia e consapevolezza in base alle richieste ricevute. I clienti possono affidarsi a lui proprio perché hanno poco tempo da spendere per fare acquisti .

Spesso, infatti i clienti sono i turisti – sia italiani che stranieri – che chiedono di essere condotti nei negozi più particolari del luogo che li ospita, per portare a casa un oggetto davvero unico. A tal proposito va aggiunto che se si lavora in Italia non è per forza necessario conoscere l’inglese, o almeno non solo…… In Russia e in Cina ci sono migliaia di miliardari che non parlano inglese o che non hanno voglia di faticare parlando inglese mentre fanno shopping, e che sono disposti a spendere un sacco di soldi. Le lingue utili al giorno d’oggi sono quindi il russo e il cinese. Uno sforzo in più per chi vuole intraprendere questa professione, a meno che non si pensi ad un interprete che lo affianchi durante il giro…

Le principali caratteristiche che si devono possedere per intraprendere questa professione sono:

• buona cultura;
• modi gentili, affabili e simpatici;
• gusti raffinati
• capacità di ascolto e la diplomazia
• sapersi relazionare con persone di alto livello sociale;
• conoscere la città in cui si vuole praticare la professione e soprattutto i negozi
• essere sempre aggiornato su eventi, tendenze e tonalità più in voga

I servizi maggiormente offerti da un Personal Shopper sono:

- Consulenza immagine e stile
- Riorganizzazione Guardaroba
- Shopping tour
- Outlet tour
- Visite private a Show room
- Partecipazione a sfilate
- Acquisto regali per ogni occasione
- Ricerca di oggetti
- Preparazione della valigia “perfetta” in caso di viaggio