Sei già registrato? Accedi oppure Registrati

Parliamo di….AMLA….

amla

Parliamo di….AMLA….

Il termine botanico è Emblica Officinalis, ma è famosa anche come Amalaki, anche se viene chiamata più comunemente proprio con il nome di Amla. Appartiene alla famiglia delle euorbiacee, cresce sia nelle coltivazioni che spontaneamente.

Il suo frutto succoso, di colore verde e polposo ha una dimensione che supera i due centimetri ed è composta da sei spicchi leggermente disegnati e da sei semi.

L’Amla detiene una posizione di grande interesse nella medicina tradizionale orientale ed è una pianta abitualmente impiegata in India ed in particolare nella medicina ayurvedica che se ne avvale da 5000 anni.

Essa è presente nel 50% delle formule medicinali ayurvediche e Solo di recente è stata scoperta anche in Occidente, grazie ai suoi effetti edai suoi benefici.

Studi scientifici ed analisi eseguite sull’Amla hanno permesso di scoprire i preziosi principi attivi per la salute che essa contiene, prima fra tutti la vitamina C.

Si tratta di un frutto molto ricco di polifenoli e di vitamina C. Significativo è il quantitativo di vitamina C contenuta, più del doppio rispetto alle nostre arance. L’Amla non è solo la fonte di vitamina C più ricca reperibile ma anche la più vantaggiosa dato che è completa di tutti i bioflavonoidi che sono le sostanze che la natura abbina alla vitamina C perché possa operare come antiossidante.

L’Amla contiene anche le Saponine che sopprimono o limitano le cellule tumorali senza sopprimere contemporaneamente le cellule sane, come invece fanno i farmaci anticancro.

Le saponine rimuovono, inoltre, il colesterolo dal corpo agendo come antibiotico naturale e sono indicate nella cura di infezioni da funghi e lievito.
Anche le saponine fortificano le difese immunitarie.

Esperimenti eseguiti in Giappone all’Istituto Niwa di Studi Immunologici hanno dimostrato che l’Amla racchiude in se alti livelli di superossido dismutase (SOD) che è un potente antiossidante, vero e proprio ripulitore dei radicali liberi.
Per questo l’Amla viene oggi considerata anche in occidente un antiossidante molto potente, in grado di rigenerare le cellule, oltre a rinforzare le difese naturali dell’organismo.

L’Amla contiene tutti i principi attivi curativi necessari per la cura delle malattie.
Il prodotto è considerato un ottimo coadiuvante anche per tutte le persone che soffrono di malattie del fegato e della milza, malattie croniche dei poloni, in tutte le forme di reumatismo, gastrire, artrosi, artrite e viene consigliato a chi soffre di anemia.

L’Amla cura i disordini cardiaci, la pressione alta ed il colesterolo, combatte e contrasta batteri, virus e funghi rigenerando le cellule, aumentando la secrezione e la produzione di corticosteroidi e interferone.

L’Amla è molto utile per prevenire e curare l’influenza e tutte le indisposizioni causate da raffreddamento.

- È adatta anche nell’anemia, nelle affezioni croniche dei polmoni, nelle malattie del fegato e della milza, nella gastrite ed in tutte le forme di reumatismo, artrite e artrosi.

- Cura l’ipertensione, il colesterolo ed i disordini cardiaci.

- Combatte i virus, i batteri ed i funghi.

- L’Amla, inoltre rafforza le cellule, accresce la produzione e la secrezione di interferone e corticosteroidi che sono gli ormoni prodotti dalle nostre ghiandole surrenali ed hanno il compito di proteggere il corpo dalle infiammazioni e dai processi
degenerativi.

- Innalzando il livello totale delle proteine nell’organismo, l’Amla ha anche la proprietà di far accrescere la massa corporea poiché favorisce la combustione dei grassi

Continueremo a parlare di Amla nei prossimi BLOG…….